Sesso, soldi… Una specifica area cerebrale per ogni piacere

Un team di ricercatori gestiti da Jean-Claude Dreher del Centro di Neuroscienze Cognitive di Lyon (Cognitive Neuroscience Center, CNRS/Université Claude Bernard Lyon 1) ha scoperto la prima evidenza che la corteccia orbitofrontale (situata della parte ventrale anteriore del cervello) dispone di regioni distinte che rispondono a stimoli come soldi (ricompensa di tipo secondario) e immagini sessuali (ricompensa di tipo primario).
Questa scoperta, pubblicata in “The Journal of Neuroscience”, apre nuove prospettive nella comprensione di certe patologie, come l’assuefazione da gioco d’azzardo e, lo studio delle reti neurali coinvolto nella motivazione e apprendimento.
Nelle nostre vite di ogni giorno, spesso incontriamo vari tipi di “ricompense”: da una banconota, a una barretta di cioccolato, un bicchiere di buon vino… Inoltre spesso siamo costretti a scegliere tra queste ricompense, o scambiare l’una con l’altra.
Per fare questo dobbiamo essere in grado di comparare il loro relativo valore su una singola scala consistente, il che suggerisce che tutti i tipi di ricompensa siano assimilabili e riconducibili alle stesse aree cerebrali. Allo stesso tempo è possibile che, a causa delle caratteristiche individuali, ricompense differenti possano attivare aree cerebrali distinte. In particolare, ci potrebbe essere una dissociazione tra le gratificazioni/ricompense cosiddette “primarie” (cibo, sesso, che insomma soddisfano necessità primarie innate) e “secondarie” (soldi, potere, che non sono essenziali per la sopravvivenza e il cui valore è dato dall’associazione con le gratificazioni primarie).

Per verificare queste ipotesi, Jean-Claude Dreher e Guillaume Sescousse del centro di neuroscienze cognitive di Lyon, hanno condotto un esperimento originale in forma di gioco, che aveva l’obiettivo di ricompensare 18 volontari con soldi o immagini erotiche, mentre veniva monitorata la loro attività cerebrale usando uno scanner FMRI (functional magnetic resonance imaging).

L’ esperimento ha mostrato che le ricompense erano intrinsecamente valutate in regioni cerebrali parzialmente condivise (ventral striatum, insula, mesencephalon and anterior cingulate cortex).
I ricercatori hanno anche confermato che c’è una dissociazione tra ricompense primarie e secondarie nella corteccia orbitofrontale. Le regioni posteriori (le più primitive) sono stimolate specificatamente da immagini erotiche (ricompense primarie) mentre le regioni anteriori (le più recenti nell’uomo) sono attivate da ricompense monetarie (secondarie). Più astratta e complessa è la ricompensa, più che la sua rappresentazione stimola le regioni anteriori della corteccia orbitofrontale.

Questi risultati forniscono la prima evidenza della dissociazione nel cervello tra i due tipi di ricompensa, suggerendo l’esistenza di regioni distinte corrispondenti a differenti gratificazioni. La ricerca di Dreher e Sescousse può condurre a una migliore comprensione di certi disturbi psichiatrici come la febbre da gioco d’azzardo.

Fonte: ScienceDaily (Oct. 13, 2010)

Annunci

Informazioni su joelaskee

I am a positive, eclectic and extrovert project manager with a strong passion for business strategy, technologies and innovation. My aim is always to achieve the objectives through creative thinking and team working. I have three eternal passions: the sea, the wind and an unending self-improvement for everything I do and I think...
Questa voce è stata pubblicata in Neuroscienze e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...