Figure allo specchio

il 26 febbraio 2009 mi posi una domanda, si può conoscere e seguire la via di mezzo senza conoscere i suoi estremi?

Siamo sicuri che questa ricerca a tutti i costi di una vita “moderata” senza conoscerne gli estremi sia effettivamente mossa da pura ricerca fine a se stessa, o che sia un espediente dell’ego volto a soddisfare il suo palato d’autoconservazione evitando di produrre stravolgimenti in una vita tutto sommato soddisfacente?

Dove posso cercare una risposta ai miei quesiti? dentro? fuori? come posso predisporre al meglio l’intento per far emergere la risposta?

Ma soprattutto è possibile che debba per forza esistere una risposta, potrebbe esistere una domanda soltanto con la funzione di suscitare una ricerca infinita?

Joe.

Annunci

Informazioni su joelaskee

I am a positive, eclectic and extrovert project manager with a strong passion for business strategy, technologies and innovation. My aim is always to achieve the objectives through creative thinking and team working. I have three eternal passions: the sea, the wind and an unending self-improvement for everything I do and I think...
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Narrativa e Poesia, Personale, Sciamanesimo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...